Inverno in Val di Non: un'esperienza da non perdere

La chiamiamo “Val di Non” ma valle non è! Si tratta infatti di un luminoso altopiano, circondato su tre lati da spettacolari montagne: le Dolomiti del Brenta, le Maddalene e la dorsale del Roen. Un paradiso alpino di boschi, laghi dai colori cangianti, profondi canyon e incantevoli castelli. Splendida in ogni stagione, la Val di Non acquista un fascino particolare in inverno.

Sulla neve della Val di Non

Sci, snowboard, adrenaliniche discese in slittino, ciaspolate in mezzo alla natura, serate romantiche pattinando sul lago ghiacciato. Sono solo alcune delle attività che si possono fare sulla splendida neve della Val di Non in inverno. Le piste della Val di Non non hanno bisogno di presentazioni. La neve è garantita, le piste sono sicure e si può provare l’emozione di scendere sotto le stelle grazie alle piste illuminate di Ruffrè.

Per un’esperienza più tranquilla di immersione nei boschi, non mancate le piste per lo sci di fondo che si snodano nella zona della Maddalene. Il portale turistico della Val di Non illustra su mappa numerosissimi itinerari dedicati alle ciaspolate, al wintertrekking e molto altro, divisi per livello di difficoltà e tipologia. E chi ancora non sa sciare, alloggiando in una delle strutture convenzionate con l’Azienda del turismo della Val di Non, ogni sabato mattina da gennaio a marzo potrà ricevere lezione e skypass gratuiti con il programma Neve in libertà!

Tra le malghe e i rifugi della Val di Non in inverno

Siamo forse più abituati a pensare che il momento migliore per esplorare la montagna sia l’estate, ma è forse perché non abbiamo ancora provato a farlo in inverno! Vestitevi a cipolla e preparatevi a partire. Che sia con gli sci, con le ciaspole o con la seggiovia, il giro delle malghe e dei rifugi della Val di Non durante la stagione più fredda saprà sorprendervi.

Non solo potrete godere dei panorami mozzafiato delle montagne imbiancate, ma il freddo e la fatica saranno ampiamente ricompensati una volta arrivati a destinazione. Vi attenderanno infatti piatti di ottimi canederli fumanti o una cioccolata calda. Per scoprire i giorni e gli orari delle malghe e dei rifugi aperti in inverno, potete visitare questa pagina.

Un’esperienza esclusiva: in carrozza sulla neve

Il bianco manto di neve appena posata attutisce i rumori del mondo. La carrozza si muove in una quiete così totale che potete ascoltare il respiro dei cavalli, che scalda l'aria con piccole volute di vapore. Le cime azzurre coronano il paesaggio, mentre ai lati scorrono le malghe e i fienili dei masi e gli immobili specchi d’acqua. L’itinerario segue il rio Freddo fino ai laghetti di Ruffré. Per aggiungere ancora più magia, scegliete di fare una passeggiata in carrozza sotto le stelle. Per scoprire di più su questa esperienza potete visitare il sito turistico della Val di Non o quello del ranch.  

Cosa fare quando la neve non c’è?

È inverno e la neve si fa attendere? Non c’è problema, la Val di Non è piena di risorse. Anzi, in questo modo avrete modo di visitare luoghi che se avesse nevicato non riuscireste più a raggiungere. Un giro dei laghi, ad esempio: il lago di Tovel, il lago di Smeraldo, il lago di Trenta, la cascata di Tret che troverete ferma come un’eclettica scultura di ghiaccio azzurrato. Oppure avrete modo di recarvi al suggestivo e antichissimo Santuario di San Romedio. Del santo si racconta che vivesse come un eremita in una delle grotte della zona e avesse raggiunto il vescovo di Trento in sella a un orso. Un’altra possibilità interessante è l’itinerario che tocca i vari castelli della Val di Non.

In qualsiasi caso, che la neve ci sia o si faccia attendere, non potete mancare un appuntamento fondamentale della cultura locale, l'enogastronomia! Non perdetevi i prodotti e i tesori culinari della regione: mele, strudel, tortelli di patate e canederli vi aspettano. Annaffiateli con un buon bicchiere di Groppello o una birra trentina!