Ponte dell’Immacolata 2022, cosa fare: idee e itinerari consigliati

Quest’anno la Festa dell’Immacolata Concezione, che si celebra l’8 dicembre, cadrà di giovedì, perciò perché non approfittare di questo weekend lungo per organizzare una breve vacanza?

Sono tanti i luoghi che potremmo scegliere di visitare durante questo “ponte” dell’Immacolata, perciò vediamo insieme quali potrebbero essere le destinazioni più affascinanti e più consigliate per una splendida vacanza lampo all’insegna della tipica atmosfera natalizia.

 

Ponte dell’Immacolata 2022: località montane e mercatini di Natale

Tra le destinazioni più consigliate per passare il ponte dell’Immacolata e immergersi nell’atmosfera natalizia c’è sicuramente Merano, una località decisamente affascinante, famosa anche per il Mercatino di Natale che si svolge nel centro storico della città. Si tratta di uno dei mercatini di Natale più famosi in Italia, ricco di prodotti enogastronomici, addobbi natalizi, artigianato tipico e molti prodotti locali. Oltre all’attrazione del mercatino, a Merano è possibile anche fare delle escursioni o praticare sport invernali nell’area Merano 2000, oppure rilassarsi nello stabilimento termale della città.

Altra località consigliata per chi volesse tuffarsi nell’atmosfera natalizia è Aosta, città in cui ogni anno si svolge il Marché Vert Noël, iniziativa in cui viene allestito un vero e proprio villaggio di Natale composto da oltre 70 chalet in cui vengono venduti prodotti tipici, oggetti di artigianato e prodotti gastronomici. Tanti anche i laboratori e gli eventi organizzati. Inoltre, per gli amanti della neve e della montagna, dal centro storico di Aosta è possibile raggiungere facilmente l’impianto sciistico della vicina località di Pila.

 

Le località termali più belle per trascorrere il Ponte dell’Immacolata

Per tutti coloro che, invece, preferiscono passare il ponte dell’Immacolata all’insegna del benessere e del relax, non c’è niente di meglio che scegliere una delle tante splendide località termali. Bormio è indubbiamente la destinazione termale più gettonata, soprattutto nel periodo invernale. Con le sue piscine all’aperto che si affacciano direttamente sulle piste innevate e i suoi famosi Bagni Romani, Bormio è la meta ideale per lasciarsi coccolare in un ambiente davvero suggestivo.

Tra le località termali anche Sirmione, la perla del Garda, è una delle mete più amate. La particolarità delle antiche terme di Sirmione è che queste sono adagiate sul Lago di Garda, perciò mentre ci si rilassa si gode anche di una splendida vista lago. Naturalmente, a seconda delle esigenze, si può scegliere tra vari percorsi benessere e vari trattamenti.

Sempre tra le località termali più consigliate per una mini vacanza all’insegna del relax non si possono non citare le Terme di Saturnia, in Toscana. Immerse in uno scenario paradisiaco nella Maremma Grossetana, le Terme di Saturnia sono costituite da un’unica sorgente termale dalla quale si creano delle piscine naturali di acqua sulfurea che mantiene una temperatura costante di 37,5°C.

 

Quali città visitare durante il lungo weekend dell’Immacolata

Per chi volesse approfittare del weekend dell’Immacolata per esplorare una delle bellissime città italiane, Napoli, città dal fascino indiscutibile, è una delle mete consigliate. Nel cuore della città, esattamente in via San Gregorio Armeno è possibile passeggiare ammirando le antiche botteghe artigianali che confezionano a mano i personaggi del Presepe napoletano, proprio per questo viene chiamata anche la Via dei Presepi.

Torino, città regale ed elegante, con il Natale alle porte si veste di un’atmosfera magica. Oltre ai mercatini, le grandi piazze addobbate e il consueto enorme calendario dell’Avvento installato a Piazza Castello, dal mese di novembre al mese di gennaio si accende grazie all’iniziativa “Luci d’Artista”, ovvero una propria mostra d’arte contemporanea a cielo aperto che, annualmente, illumina le vie e le piazze della città.

La stessa manifestazione “Luci d’Artista”, si svolge ogni anno anche a Salerno attraverso l’installazione di luminarie distribuite in vari punti della città e che regalano ai turisti un’atmosfera davvero suggestiva.

Tra le varie città italiane in cui passare il ponte dell’Immacolata spicca anche Milano. Dal 7 dicembre, festa del santo patrono Sant’Ambrogio, la città si veste della tipica atmosfera natalizia. Davanti al Castello Sforzesco si svolge la tradizionale fiera degli “Oh Bej Oh Bej”, un tipico mercatino natalizio ricco di oggetti di artigianato, giocattoli tradizionali per bambini, bancarelle di caldarroste e di prodotti tipici gastronomici. Un altro evento che si svolge a Milano sempre in quei giorni è la manifestazione “Artigiano in Fiera”, un evento fieristico annuale dedicato all’artigianato di tutto il mondo.

Per coloro che volessero passare il ponte dell’Immacolata senza dover rinunciare a una splendida vista sul mare, Genova potrebbe essere la meta ideale. Tante le iniziative organizzate nel capoluogo ligure che si veste a festa attraverso luci e addobbi natalizi sparsi per la città. Per immergersi a piena nell’atmosfera natalizia, il 7 dicembre si svolgerà il Concerto di Natale al Teatro Carlo Felice e l’8 dicembre ci si potrà riunire nelle piazze della città per assistere all’accensione degli alberi di Natale. Naturalmente non mancheranno i tipici mercatini natalizi come il tradizionale “Mercatale” che si svolge ogni anno a Piazza De Ferrari.

Un’altra località di mare che, però, riesce ad accontentare anche coloro che amano sciare è la splendida Catania, città ricca di attrazioni e dominata dall’Etna. Tra le cose da fare si potrebbe pensare ad un tour per scoprire i “paesi etnei”, ovvero i borghi che si trovano sulle pendici del vulcano più grande d’Europa, oppure è possibile organizzare un tour dell’Etna in fuoristrada per ammirare lo splendido panorama di cui si gode ad oltre 2000 metri d’altezza. Per i più sportivi, consigliamo gli stabilimenti sciistici presenti nel Parco dell’Etna. Inoltre, una volta a Catania vale la pena organizzare anche un’escursione a Taormina e alle Gole dell’Alcantara.

Per coloro che preferissero, invece, restare in centro Italia, l’Umbria è la destinazione ideale nel periodo prenatalizio poiché i suoi tipici borghi e le sue città medievali si colorano di luci e addobbi così da creare un’atmosfera magica. A Perugia il tipico mercatino di Natale viene organizzato all’interno dei sotterranei della Rocca Paolina, fortezza cittadina costruita nel XV secolo dai Papi, una location davvero unica e suggestiva.

Sempre in Umbria, a Gubbio, un’attrazione imperdibile è l’accensione dell’albero di Natale più grande del mondo che viene realizzato ogni anno sulle pendici del Monte Ingino occupando uno spazio di oltre 130.000 metri quadri. Come ogni anno, l’albero di Natale di Gubbio verrà acceso il 7 dicembre al tramonto e resterà acceso sino al 9 gennaio 2023.

Sei pronto a fare le valigie per partire e trascorrere il ponte dell’Immacolata in una delle località che ti abbiamo consigliato? Ricordati di stipulare l’Assicurazione Viaggio Singolo Imaway per godere di questa mini vacanza in totale sicurezza e tranquillità.

Articoli correlati